Questo sito fa uso di cookies. Acconsenti al loro utilizzo, se continui ad utilizzare questo sito web. Cliccare sul "info" per maggiori dettagli.

Museo Canova

Possagno è la patria del più grande scultore neoclassico Antonio Canova (Possagno 1 Novembre 1757 – Venezia 13 ottobre 1822). Scultore eccelso destinato al mondo che ha lasciato la sua grande eredità d’arte nella sua Casa Natale e, accanto, nella solenne Gipsoteca realizzata nel 1836, che raccoglie pressoché tutti i modelli originali delle sue sculture, i bozzetti in terracotta, i disegni, i dipinti.

Informazioni

La Gipsoteca

La parola Gipsoteca deriva dal greco e significa “raccolta di gessi”. Quella di Possagno raccoglie i modelli originali delle sculture di Antonio Canova.Il vescovo S.E.M. Giovanni Battista Sartori Canova (Crespano del Grappa 18 agosto 1775- 17 luglio Possagno 1858), fratello di Antonio Canova, volle erigere un Museo che potesse ospitare tutte le opere presenti nello studio romano di Via delle Colonnette. Le opere furono trasferite da Roma a partire dal 1826, quattro anni dopo la morte dello scultore, quando lo studio romano fu chiuso e ceduto e le sculture ivi conservate furono trasportate a Possagno. Nel 1917, durante la prima Guerra Mondiale, una granata colpì la Gipsoteca: alcuni gessi furono completamente distrutti, decine furono lesionati, scheggiati. Una grandiosa opera di restauro di Stefano e Siro Serafin, padre e figlio, consentirono di far rinascere la Gipsoteca: il portone del museo fu riaperto ai visitatori nel 1922. Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, per prevenire nuovi bombardamenti, la Gipsoteca fu in parte svuotata, le statue furono trasferite e depositate all’interno del Tempio di Possagno, dove rimasero fino al 1946 quando ritornarono nella loro collocazione originale. La Gipsoteca fu riallestita.

La Casa

La Casa di Antonio Canova si snoda lungo il crinale che si stende verso la Pastega, nel territorio sudorientale di Possagno, costruita secondo un asse Est/Ovest, per consentire di avere la facciata al sole e rivolta al Giardino, al Brolo e ai vasti campi che oggi costituiscono il Parco Canoviano.Oggi, nella Casa del Canova si ammirano alcune pregevoli collezioni: i dipinti canoviani (15 oli su tela e 35 tempere di eccezionale leggerezza e soavità), le incisioni (commissionate da Canova ad alcuni artisti bassanesi e romani per creare il catalogo delle opere in marmo e diffonderlo ai maggiori committenti di statue), i disegni, alcuni marmi, gli strumenti da lavoro, alcuni vestiti dell'Artista. Il turista può, inoltre, ammirare, alcuni settori della Casa recentemente aperti al pubblico dopo il restauro avvenuto con il cofinanziamento europeo: la camera dove è nato Antonio Canova e dove si trova il noto dipinto di Thomas Lawrence, il seminterrato della Casa (con la Cantina e i locali di disbrigo) e, soprattutto, lo Studio della pittura, nella "Torretta".

[materiale tratto da http://www.museocanova.it/]

Indirizzo

Via Canova 74, 31054 Possagno TV

Stampa

Orario e giorni di apertura

Biglietteria

  • Aperta:
  • Chiusa: lunedì, 25 dicembre, 1 gennaio, Pasqua

Prezzi

  • Biglietti al Museo Canova (Casa e Gipsoteca):
    • Intero € 10,00;
    • Ridotto € 6,00;
    • Scolaresche € 4,00
  • Riduzioni: over 65, studenti fino a 25 anni, Forze dell'Ordine, disabili, tesserati associazioni Touring Club e FAI, Marca Solidale, comitive o gruppi oltre 20 pax (per gruppi con meno di 20 unità non si pratica la riduzione).
  • Biglietto Famiglia: Per le famiglie, i figli dal secondo in poi entrano in Museo con biglietto gratuito.

Per maggiori informazioni visitare Museo Canova - Biglietteria

Contatti

+39 0423 544323
+39 0423 922007
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
http://www.museocanova.it

Valutazioni

 

 

Meteo

39°
°F | °C
Mostly Cloudy
Humidity: 74%
11 kph
Sat
Partly Cloudy
33 | 45
0 | 7
Sun
Partly Cloudy
30 | 39
-1 | 3

Seguici

Facebook Pro Loco Possagno Google+ Pro Loco Possagno Twitter Pro Loco Possagno