Questo sito fa uso di cookies. Acconsenti al loro utilizzo, se continui ad utilizzare questo sito web. Cliccare sul "info" per maggiori dettagli.

Chiesetta di Sant'Antonio

Di costruzione recente 1945/46 progettata dall’architetto Zamperin. La pianta è a croce latina con piccola abside rettangolare e tiburio ottagonale all’incrocio del braccio longitudinale con quello trasversale. 

Informazioni

Di costruzione recente 1945/46 progettata dall’architetto Zamperin. La pianta è a croce latina con piccola abside rettangolare e tiburio ottagonale all’incrocio del braccio longitudinale con quello trasversale. La facciata ad ali arretrata sopra il portale una nicchia ad arco con la statua di S. Antonio, opera di Settimo Manera, le ali e il fianco della chiesa sono leggermente mossi da archi cechi come le pareti del transetto su cui è una croce in mattoni a vista. L’altare è racchiuso entro quattro pilastri che reggono gli archi su cui poggia il tiburio. Sulla parete di fondo bassorilievo in cotto raffigurante a mezzo busto San Pio X, opera dell’artista Marco Bisi, realizzato in creta di Possagno e cotto nelle fornaci dei Paletot. Chiesa (di proprietà parrocchiale, culto pubblico) benedetta dal Vescovo Ettore Cunial fu eretta per il voto emesso dalla popolazione della contrada durante la seconda Guerra Mondiale ("per assicurare l’incolumità del paese e degli abitanti") soprattutto nei tristi giorni del 1944 (rastrellamento del Grappa). Il bassorilievo in gesso (sopra l’arco interno) raffigurante S. Antonio di Siro Serafin è stato donato da Monsignor Antonio Cunial. La statua lignea del Santo proveniente dalla Valgardena fu acquistata da Giuseppe Vardanega (Bepi Olivi). Festa di Sant’Antonio da Padova 13 giugno.

Sant'Antonio
STRUTTURA ARCHITETTONICA MATERIALE DI COSTRUZIONE STATO DI CONSERVAZIONE
Pianta a croce latina. Cupola ottagonale all’incrocio dei bracci. Facciata con protiro contenente statua in terracotta Mattoni a vista e intonaco Buono
ANALISI DELLE SINGOLE OPERE
SOGGETTO DIMENSIONI E MATERIALI STATO DI CONSERVAZIONE CAUSE DEL DEGRADO GIUDIZIO ARTISTICO
1 Statua di S .Antonio sopra la porta Terracotta h. 100x25x25 Discreto. Crepe all’altezza del bacino Esposizione all’aria Buono
2 Statua di S. Antonio altare Legno h. 1,5 mt. x30x30 cm. Ottimo Buono
3 Bassorilievo s.Pio X nel fondo. abside Terracotta 180x200 cm. Ottimo Buono
4 Bassorilievo S. Antonio con bambino (Serafin) Gesso 30x70 cm. Ottimo Buono
5 Madonna Gesso h. 80 cm. Ottimo

Testo interamente tratto da: “Religiosità a Possagno” A cura dell’Assessorato alla cultura del Comune di Possagno, Edizioni Tipografia Melchiorri, Crespano del Grappa aprile 1994

Foto di: Negro Claudio 2023

Indirizzo

Via Olivi, 31054 Possagno TV

Seguici